Pamela Bocchini: “Tutto è partito quest’estate quando la giornalista Mirella Milani mi ha suggerito di postare i miei disegni sui social network.  Ho ricevuto un messaggio dall’attrice Linda Batista, che mi chiedeva se potevo realizzarle l’abito per la Mostra del Cinema di Venezia. All’inizio pensavo fosse uno scherzo, ma quando poi nel messaggio c’erano tutti i suoi contatti personali mi sono resa conto che era tutto vero

Foto Pamela Bocchini

Pamela con Cucinotta e Batista

GUBBIO (F.C.) – Nei giorni scorsi abbiamo parlato di una giovane ragazza eugubina Pamela Bocchini, che si è fatta strada nel mondo della moda partendo dal Liceo Artistico di Gubbio.

Pamela sta realizzando abiti per attrici famose come Linda Batista, Maria Grazia Cucinotta e Pamela Prati e frequentando il prestigioso Nid (Nuovo Istituto di Design) di Perugia.

Abbiamo quindi contattato Pamela per sapere com’è nata la sua grande passione per la moda e qual è il suo rapporto con la città di Gubbio.

Pamela com’è nata questa grande passione per la moda?

E’ nata fin da quando ero piccola. Disegno da quando ho 4 anni, mi divertivo molto nel disegnare i vestiti per le mie bambole. E’ comunque anche una passione di famiglia perché mia madre fa la modellista. Poi all’asilo le maestre hanno consigliato alla mia famiglia di potenziare questa dote artistica che avevo e quindi ho intrapreso un percorso che mi ha portato fin qui“.

Foto Pamela Bocchini

I bozzetti di Pamela

Com’è iniziata questa nuova avventura di realizzare abiti per attrici famose?

Tutto è partito quest’estate quando Mirella Milani, una giornalista che si occupa di moda su Rai 1, mi ha suggerito di postare i miei disegni sui vari social network. Era un momento in cui pensavo che i miei disegni non piacessero ed invece la mia vita è cambiata in un attimo.

Ho ricevuto un messaggio dall’attrice Linda Batista, che mi chiedeva se potevo realizzarle l’abito per la Mostra del Cinema di Venezia. All’inizio pensavo fosse uno scherzo, ma quando poi nel messaggio c’erano tutti i suoi contatti personali mi sono resa conto che era tutto vero e questo mi ha aperto delle porte immense“.

A proposito di questo stai lavorando su qualche creazione in particolare?

Sì, Linda Batista mi ha chiesto di disegnare e realizzare tutti gli abiti per il film che girerà nelle Marche, che si intitola ‘Il gatto e la luna’. Poi ho stretto rapporti anche con Pamela Prati, per la quale realizzerò gli abiti che utilizzerà per girare delle rappresentazioni al Teatro del Bagaglino, dove interpreterà la parte di Doris Duranti, l’attrice Silvana Pampanini e la scena di ‘My Way’ con Ginger Rogers, le cui riprese inizieranno il 16 novembre“.

Foto Pamela Bocchini

Pamela con Pamela Prati

Hai frequentato il Liceo Artistico di Gubbio. Chi sono i professori che ti hanno accompagnato in questo percorso scolastico?

Prima di tutto vorrei dire che non sono stati solo dei professori per me, mi sono sempre stati molto vicini soprattutto nei momenti più difficili. Sono stati il professor Roberto Pezzopane, la professoressa Tiziana Scassellati, la professoressa Sannipoli, il professor Angelo Trotta e la professoressa Venturi“.

Tra le attrici che hai conosciuto, con la quale hai avuto sin da subito un rapporto di empatia e con la quale hai legato di più?

Sono tre persone splendide, ognuna di loro è unica a modo suo. Linda è esplosiva, simpatica, è colei che mi ha lanciato, a lei devo tutto. Anche Maria Grazia Cucinotta è una persona eccezionale, ma colei con la quale ho legato di più è sicuramente Pamela Prati. E’ una persona seria, ponderata, mi rivedo molto in lei, perché abbiamo anche passato dei momenti difficili simili nella nostra vita“.

Foto Pamela Bocchini

Pamela con Pamela Prati

Per concludere, qual è il tuo rapporto con la città di Gubbio?

Gubbio è casa mia, metà del mio sangue visto che mio padre è eugubino. E’ una città che non posso mai dimenticare perché ho trovato un ambiente che mi ha sempre incoraggiato, un’atmosfera familiare. Ho Gubbio sempre nel cuore, perché per me è poesia. Questa città significa ritorno a casa e per me è stata una fonte d’ispirazione“.

Domenica 12 novembre Pamela ha mostrato per la prima volta a Pamela Prati i vestiti che ha realizzato per le rappresentazioni che inizieranno a girare dal prossimo 16 novembre, per celebrare i 100 anni del Teatro Margherita, conosciuto da tutti come il Bagaglino.

È stato un onore realizzare i vestiti per Pamelaha dichiarato Pamela Bocchini a Cronaca Eugubinaè stata un’emozione forte perché è la persona con la quale ho legato di più. Le sono piaciuti molto i miei vestiti soprattutto quello rosso, il mio preferito, che ha anche provato sul palco. Il complimento più bello che mi ha fatto è stato ‘Ha fatto questi vestiti per me con il cuore’.

Foto Pamela Bocchini

Pamela con Pamela Prati

Quando ho visto il mio vestito sul palco mi veniva da piangere, è il realizzarsi di un sogno che mi ripaga di tutti i sacrifici, le nottate sveglia che ho passato per la paura di non riuscire a terminare il lavoro in tempo.

È stato bellissimo, non ho parole per descrivere questa forte emozione“.

Di Ilaria Stirati