Più di 50 moto a Gubbio per la manifestazione “Gubbio in Guzzi” 2017. Presenze oltre le aspettative e modelli unici dal 1928 al 1975

Il Presidente dei Guzzisti Eugubini, Luca Saldi: “Ringraziamo il Comune di Gubbio per la collaborazione nell’organizzazione della manifestazione, gli assessori Ancillotti e Fiorucci, il Comando di Polizia Locale, attività e imprese che hanno contribuito alla realizzazione economica dell’evento

Foto Gubbio in Guzzi 2017

Gubbio in Guzzi 2017

GUBBIO (F.C.) – Si è tenuta domenica 11 giugno con raduno mattutino in piazza Quaranta Martiri, la quarta edizione di Gubbio in Guzzi, raduno di moto Guzzi storiche costruite entro il 1975.

Evento organizzato dall’Associazione Dilettantistica Sportiva Guzzisti EugubiniMoto Club Storico grazie all’impegno del presidente Luca Saldi e del vice presidente Luca Panfili, del Comune di Gubbio, del Comando Polizia Locale e degli sponsor privati. 

Come di consueto si sono dati appuntamento in piazza Quaranta Martiri appassionati di Moto Guzzi provenienti da tutta Italia (Rieti, Roma, Firenze, Padova, Salerno, Jesi, San Severino Marche, Perugia), con un numero di equipaggi che è stato stimato anche superiore rispetto alle aspettative degli organizzatori. E con moto uniche (alcune delle quali modelli numerati) del valore di 100 mila euro.

Il Presidente dei Guzzisti Eugubini, Luca Saldi, ha confermato: “Quest’anno siamo in numero superiore rispetto all’anno passato, e con condizioni climatiche del tutto differenti, visto che nel 2016 ci fu una grossa pioggia. Sono 54 le moto alla partenza, modelli dal 1928 al 1975.

Ringraziamo il Comune di Gubbio per la collaborazione nell’organizzazione della manifestazione, gli assessori Ancillotti e Fiorucci, il Comando di Polizia Locale, attività e imprese che hanno contribuito alla realizzazione economica dell’evento“.

Il signor Bei Angeloni Marcello, ha spiegato le caratteristiche principali della propria moto, una Moto Guzzi del 1939, con due tubi voluti da Carlo Guzzi per renderla più elegante. Forcella con mollone, dietro ammortizzata con il compasso, una gran bella moto turismo, gradevole alla guida e con un bel rombo. Inconfondibile l’armonia del battito del motore Guzzi, “ritmo lento e longevo” l’ha definito Marcello Bei Angeloni.

Altro modello di Moto Guzzi presente in piazza Quaranta Martiri, il galletto, il cui progetto nasce nel 1940, ma subito interrotto a causa dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Poi ripreso nel 1946, dopo la Vespa, perchè con questa moto si riusciva a trasportare le levatrici in montagna, a differenza della Vespa che aveva le ruote piccole. Il galletto è l’unica moto con ruota di scorta.

Foto Gubbio in Guzzi 2017

Moto Guzzi in piazza Grande

Gubbio in Guzzi 2017

L’evento è consistito in una moto passeggiata di circa 50 chilometri nella verde Umbria attraverso la conca eugubina ed il Parco del Monte Cucco percorrendo la strada consolare Flaminia che collega i comuni di Fossato di Vico, Sigillo, Costacciaro e Scheggia, per poi far rientro a Gubbio passando per la “Gola del Bottaccione”, sito scientifico di rilevanza mondiale per lo studio sulla scomparsa dei dinosauri.

Arrivati in città c’è stata la visita al Palazzo dei Consoli alla scoperta degli antichi umbri con lezione del Prof. Augusto Ancillotti sulle Tavole Eugubine, il più importante documento sulla civiltà umbra risalente al III secolo a.C.

La giornata si è conclusa con il pranzo presso un caratteristico locale della comunità eugubina quale la Taverna di San Antonio, luogo di ritrovo dei ceraioli di San Antonio in occasione della Festa dei Ceri. 

Fotografie Massimiliano Panfili – Video Cronaca Eugubina

lunedì 12 giugno 2017 - 0:27|Articoli, Cultura e Spettacolo|