Ceri Mezzani 2017. Radicchi: “E’ una bella responsabilità”, Rughi: “E’ un onore essere Capodieci”, Miti: “Dedico l’elezione a mio cugino Renato”

Riccardo Traversini, Roberto Orsini, Mattia Capponi e Lorenzo Naticchi sono stati scelti rispettivamente come Primo Capitano, Secondo Capitano, Alfiere e Trombettiere della Festa dei Ceri Mezzani 2017

GUBBIO – Domenica 21 maggio, la città di Gubbio tornerà di nuovo in clima ceraiolo con la Festa dei Ceri Mezzani 2017, che vedrà protagonisti Marco Radicchi, Matteo Rughi e Alessandro Miti, rispettivamente Capodieci dei Ceri di Sant’Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio.

Foto Marco Radicchi

Marco Radicchi ospite del Notiziario di Cronaca Eugubina

Il Capodieci di Sant’Ubaldo Marco Radicchi 

Marco Radicchi è stato eletto per acclamazione, lo scorso 21 gennaio nella Taverna di Sant’Ubaldo, dopo che l’altro candidato Michele Pauselli ha fatto un bel gesto nel ritirarsi per dare la possibilità a Radicchi di alzare il Cero e far tornare la brocca del Mezzano alla Manicchia di Ponte D’Assi dove mancava da anni.

Sicuramente è una bella responsabilitàaffermò Radicchi ospite del notiziario di Cronaca Eugubina pochi giorni dopo la sua elezione anche perché, senza togliere nulla agli altri due Ceri, essere il Capodieci di Sant’Ubaldo è una gran bella soddisfazione e soprattutto richiede una responsabilità in più. È  un motivo ulteriore per cercare di dare un buon esempio agli altri. Spero che possiamo fare una bella corsa, come è stato fatto anche lo scorso anno. Spero che possiamo fare anche meglio, perché sono sempre dell’idea che si possa sempre migliorare”.

Foto Matteo Rughi

Matteo Rughi ospite del Notiziario di Cronaca Eugubina

Il Capodieci di San Giorgio Matteo Rughi

Il primo dei tre Capodieci ad essere eletto è stato però Matteo Rughi, Capodieci di San Giorgio, della Manicchia di San Pietro, eletto anch’egli per acclamazione nella Taverna di San Giorgio di via Cristini.

Ospite anch’egli del notiziario di Cronaca Eugubina, Matteo Rughi, pochi giorni dopo la sua elezione, dichiarò: “Per me è un onore essere Capodieci, sono molto orgoglioso che i ceraioli abbiano scelto me, perché per me è molto importante questa nomina. Spero che sia una Festa in allegria e in serenità, spero che ci sia anche quel pizzico di competizione che è molto importante, perché se non c’è quello non c’è la Festa”.

Foto Alessandro Miti

Il Capodieci Alessandro Miti

Il Capodieci di Sant’Antonio Alessandro Miti

L’ultimo Capodieci ad essere stato eletto è stato Alessandro Miti, Capodieci di Sant’Antonio, eletto nella Taverna in via Fabiani, alla presenza del Capodieci Saverio Borgogni e del Presidente della Famiglia dei Santantoniari Alfredo Minelli.

È un sogno che si realizzaraccontò a Cronaca Eugubina Alessandro subito dopo l’elezioneun’emozione indescrivibile. Il mio obiettivo sarà di vivere la Festa in allegria e in amicizia, valori che contraddistinguono lo spirito santantoniaro. Dedico la vittoria a Renato, mio cugino, che mi ha trasmesso la passione, lo spirito della Festa e lo spirito santantoniaro, a tutti i Ceraioli e alla mia famiglia”. 

Foto Festa dei Ceri mezzani 2015

La Callata dei Neri (Foto Simone Grilli)

I Capitani, l’Alfiere e il Trobettiere della Festa dei Ceri Mezzani 2017

Riccardo Traversini, Roberto Orsini, Mattia Capponi e Lorenzo Naticchi sono stati scelti rispettivamente come Primo Capitano, Secondo Capitano, Alfiere e Trombettiere della Festa dei Ceri Mezzani 2017, che si svolgerà domenica 21 maggio.

Abbiamo contattato il Presidente dell’Università dei Muratori Fabio Mariani, che ci ha spiegato come e quando sono stati eletti: “Solitamente sono i ragazzi e le loro famiglie che ci chiedono se c’è la possibilità di svolgere questo ruolo e sono figli di nostri soci oppure no.

Foto Ceri mezzani 2015

L’alzata dei Ceri mezzani 2015 (Foto Simone Grilli)

I ragazzi sono stati scelti ad inizio anno. Infatti, ogni anno, abbiamo una rosa ipotetica di ragazzi che hanno dato la disponibilità per l’anno successivo e poi all’inizio dell’anno dopo, verifichiamo se hanno ancora questo desiderio, così si effettua in seguito la Festa.

Di questo ambito se ne occupa un nostro socio, che mantiene anche i contatti con le famiglie dei ragazzi che vogliono diventare Capitani, Alfiere e Trombettiere”.

Di Ilaria Stirati – Fotografie Cronaca Eugubina e Simone Grilli 

venerdì 19 maggio 2017 - 13:38|Articoli, Cultura e Spettacolo|