L’assessore al Bilancio del Comune di Gubbio: “Rispetto a 8 anni fa la situazione si è ribaltata. Oggi il 70% delle entrate deriva da tasse e tributi, con una forte diminuzione dei trasferimenti dello Stato

Foto Giordano Mancini

Giordano Mancini

GUBBIO – L’assessore Giordano Mancini, per ciò che riguarda le deleghe attinenti il settore Finanziario, ha illustrato le entrate del Comune di Gubbio evidenziando come si sia ribaltata la situazione negli ultimi otto anni, visto che il 70% delle stesse deriva da tasse e tributi dei cittadini con una forte diminuzione dei trasferimenti dello Stato.

“Quest’anno le entrate hanno ammontato a circa 25 milioni di euro, di cui 22 provenienti in modo diretto o indiretto dai cittadini. Il trasferimento dello Stato ammonta a soli 471.000 euro, 1.650.000 dalla Regione e circa 300.000 euro dalla Provincia.

Nonostante queste difficoltà fondamentali del nostro sistema di finanziamento, abbiamo aumentato di 1000 euro la soglia di esenzione per l’addizionale comunale dell’IRPEF portandola da 11.000 a 12.000 euro, ovvero 700 redditi che vengono esentati da questa forma di tributo e messo da parte 100.000 euro per il riambientamento della discarica di Colognola, garantito i servizi comunali e accantonando fondi a salvaguardia del Bilancio, dal momento che lo Stato obbliga gli Enti ad immobilizzare risorse. Quest’anno abbiamo immobilizzato, nel nostro già esiguo bilancio, quasi 1.200.000 euro che corrisponde al 5 %.

Foto Filippo Stirati

Giordano Mancini in conferenza stampa

Per quanto riguarda le uscite, abbiamo finanziato vari servizi quali l’amministrazione generale, la giustizia, l’ordine pubblico e la sicurezza, l’istruzione, la cultura, lo sport e il tempo libero, il turismo, la viabilità e i trasporti, l’ambiente ed il territorio, il settore sociale, lo sviluppo economico, i servizi produttivi, gli accantonamenti prudenziali e le quote capitale ammortamento mutui e prestiti per un totale di 25.587.433 euro”.

Per le deleghe relative al patrimonio, Sviluppo Economico e Politiche energetiche sono stati evidenziati alcuni importanti obiettivi. L’assessore Giordano Mancini a tale proposito ha affermato: “Il Comune ha aderito ad Art Bonus, un progetto che offre una grande opportunità per la ristrutturazione di beni culturali. Inoltre, attraverso un accordo di amicizia con il Comune di Chianciano Terme, c’è stata la possibilità per cinque artigiani di aprire botteghe artigiane con la possibilità di esportare le eccellenze della città della pittura, scultura, dell’enogastronomia ed altro.

Foto Filippo Stirati

Stirati e la Giunta in conferenza stampa

Sono inoltre state salvaguardate le palestre provinciali, ovvero le palestre dell’Istituto Gattapone, dell’Istituto Cassata, del Liceo Classico Mazzatinti e del Liceo Artistico e Scientifico Mazzatinti in collaborazione con i presidi e le società sportive.

Abbiamo raggiunto anche importanti risultati con le reti di distribuzione Gas metano, salvaguardando anche il bilancio 2025 quando scadranno i relativi contratti stipulati nel 2011, che prevedevano che il Comune pagasse alla ditta che gestisce il vettoriamento del Gas, alla fine dell’attuale concessione delle reti del Gas, 8.800.000 euro + iva, ovvero circa 10.200.000 euro.

Il Consiglio Comunale, infatti, ci ha dato la possibilità di poter vendere le reti del gas non oggi, ma il giorno in cui dovremo pagare questa ingente cifra, salvaguardando le entrate del bilancio, poiché nessun Ente sarebbe in grado di pagare 10 milioni di euro il giorno dopo la scadenza di un contratto”.

Di Ilaria Stirati – Fotografie Cronaca Eugubina