Leonardo Corbucci: “Lo spirito è stata una delle chiavi di volta di questo finale di stagione, perché questa squadra storicamente aveva sempre avuto grosse doti tecniche e tattiche grazie a mister Fumanti, da quest’anno anche una preparazione fisica adeguata anche con Matteo Calzuola

Foto Gubbio calcio a 5

Grande festa al termine della partita con il Calvi

GUBBIO – Lunedì 10 aprile, durante l’approfondimento del Notiziario di Cronaca Eugubina, dedicato interamente al Gubbio Calcio a 5, abbiamo avuto come ospiti i dirigenti Matteo Rogari, Andrea Mosca, il vice presidente Massimo Menichetti, il mister Massimiliano Fumanti, il rappresentante della Cross Rulez che ha curato la preparazione atletica Leonardo Corbucci, il capitano Davide Casoli e il portiere Federico Bettelli.

Sabato scorso il Gubbio Calcio a 5, grazie alla vittoria in trasferta sul campo del Calvi per 7-6, ha raggiunto l’importante traguardo delle semifinali play-off che giocherà contro l’Orte.

Matteo Rogari, prima di tutto facciamo un bilancio. Come giudica la stagione del Gubbio Calcio a 5?

La stagione è stata ottima, almeno finora, nel senso che abbiamo ottenuto questo importante traguardo dei playoff. Anche perché dopo diversi anni più o meno difficili e positivi abbiamo raggiunto questo importante traguardo che ci vede ora impegnati in semifinale dei play-off. Credo che la soddisfazione sia tanta per quanto mi riguarda e per quanto ci riguarda tutti insieme”.

Foto Davide Casoli

Davide Casoli

Con il capitano Davide Casoli torniamo, invece, alla partita contro il Calvi. Possiamo parlare di tabù sfatato, viste anche le precedenti 4 sconfitte sul campo della squadra ternana.

Questa statistica vi ha in qualche modo condizionati prima e durante la partita, vista l’alta posta in palio, o non ci avete pensato più di tanto?

Sì, avevamo preparato questa partita molto bene in settimana, però sapevamo che era un campo molto difficile per noi, anche per il fatto che là si gioca all’aperto. E’ un campo in sintetico, mentre noi siamo abituati a giocare in palestra e anche perché con loro, sinceramente, abbiamo sempre perso, però avevamo le motivazioni a mille.

Nonostante loro avessero già raggiunto la salvezza non ci hanno regalato nulla, tuttavia il nostro traguardo era troppo importante, abbiamo giocato come sapevamo e abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati da diverse partite. È stata una grande emozione, soprattutto perché là non ci avevamo mai vinto”.

I ragazzi del Gubbio calcio a 5 ospiti del Notiziario

Federico, quanto è grande la soddisfazione per aver centrato un obiettivo importante come quello della semifinale play-off?

La soddisfazione è tanta perché siamo venuti da 8-9 anni dove a fine stagione c’era sempre un po’ di rimpianto. Finalmente abbiamo raggiunto un obiettivo importante, un obiettivo che ci compete, che meritiamo e quindi la soddisfazione è sicuramente notevole per tutti quanti”.

Leonardo Corbucci, parlando del futuro, ora che i play-off sono stati raggiunti, con quale spirito li affronterete e qual è il nuovo obiettivo che vi siete posti?

Lo spirito è stata una delle chiavi di volta di questo finale di stagione, perché questa squadra storicamente aveva sempre avuto grosse doti tecniche e tattiche grazie a mister Fumanti, da quest’anno anche una preparazione fisica adeguata anche con Matteo Calzuola.

Diciamo che questo girone di ritorno abbiamo lavorato sullo spirito, su come mentalmente si dovevano affrontare le partite. Direi che questa è stata una delle vittorie di tutto lo staff, di tutta la squadra perché siamo riusciti a centrare finalmente un obiettivo grande per questa società”.

Foto Massimiliano Fumanti

Massimiliano Fumanti

Con Mister Fumanti parliamo dell’avversario della semifinale, che sarà l’Orte. Quali sono i punti di forza e le debolezze di questa squadra, che siete riusciti a sconfiggere in entrambe le gare durante la stagione?

È vero, siamo riusciti a sconfiggerli in entrambe le gare di campionato, però questo non deve farci illudere nel senso che è una squadra molto quadrata con qualità tecniche e fanno del palazzetto la loro forza. Quindi, essendo una partita secca giù a Orte sicuramente sarà molto, ma molto più complicato rispetto al campionato.

Questo chiaramente ci darà stimolo per lavorare in queste due settimane che ci separeranno da questa partita importante e penso che l’affronteremo con la giusta serenità e voglia per raggiungere quel qualcosa in più che può rappresentare la finale play-off”.

Di Ilaria StiratiFotografie Cronaca Eugubina


Condividi