Il Vescovo di Gubbio: “Cristo è capace di illuminare il cuore degli uomini. Invito tutti i fedeli ad accogliere questa luce viva, questo amore che rende l’amore capace di amare. Gli uomini devono volersi più bene e raccogliere tutto il bene che c’è nel mondo, per instaurare relazioni di pace e solidarietà. Gesù è stato l’unico in grado di cambiare il cuore dell’uomo

Foto Processione Cristo Morto

La Processione in via dei Consoli

GUBBIO – Sono giornate di grande fede queste di Pasqua, il momento della Risurrezione di Gesù. Intervistato da Cronaca Eugubina, il Vescovo di Gubbio Monsignor Mario Ceccobelli ha dato la sua grande visione di fede e il significato profondo delle giornate di Venerdì e Sabato Santo.

Venerdìha affermato il Vescovo di Gubbio Sua Eccellenza Mario Ceccobellisi è svolta la rievocazione del Cristo Morto che la città di Gubbio vive con una solennità particolare. Abbiamo portato il corpo di Cristo morto per le vie della città, tuttavia è un Cristo che ancora parla. Questa è stata la dimostrazione di quanto Dio ama gli uomini, così come Gesù che ha accettato di morire per liberarci da tutti i peccati del mondo.

Gesù è andato nel regno dei morti perché è l’unico capace di sconfiggere la morte ed è l’unico ad essere capace di liberare i prigionieri. Infatti, in una raffigurazione, Gesù scende negli inferi per prendere la mano di Adamo e liberarlo. Dobbiamo raccogliere tutto il suo amore per poter essere capaci di amare come lui, capaci di amare i nostri fratelli”.

Foto Venerdì santo

Il Cristo e la Madonna a San Domenico

Il Vescovo Ceccobelli ha celebrato la Veglia Pasquale nella chiesa di San Domenico a San Martino, visto che la Cattedrale è chiusa. Come afferma Sua Eccellenza “la Cattedrale è il luogo dove si trova la cattedra del Vescovo. Per la Veglia la Cattedrale liturgicamente è stata San Domenico, perché è la Chiesa dove si è celebrata la funzione con il Vescovo”.

“In un mondo circondato dalle tenebre e dalla morte, questa sera una luce si accende. – ha affermato Ceccobelli durante l’omelia – Cristo è capace di illuminare il cuore degli uomini. Invito tutti i fedeli ad accogliere questa luce viva, questo amore che rende l’amore capace di amare. Gli uomini devono volersi più bene e raccogliere tutto il bene che c’è nel mondo, per instaurare relazioni di pace e solidarietà. Gesù è stato l’unico in grado di cambiare il cuore dell’uomo”.

Foto Cristo Morto

Il Cristo

Il Sabato Santo è stato caratterizzato dalla Veglia delle Veglie, dove si ricorda, si realizza la morte e la resurrezione di Gesù.

Quest’anno 28 adulti, dopo un cammino serio alla riscoperta del Battesimo, hanno rinnovato in maniera ancora più responsabile le promesse battesimali, così come tutti i fedeli fanno in questa ricorrenza.

Inoltre, si sono svolte contemporaneamente la Prima Comunione e la Cresima dei ragazzi delle parrocchie di San Pietro e San Martino. 

Di Ilaria StiratiFotografie Simone Grilli 


Condividi