La Consigliera Venerucci: “Con grande dispiacere abbiamo visto che sono stati tagliati più di 200.000 euro sul piano del turismo e della cultura. E’ chiaro che tagliare quasi completamente al turismo e alla cultura, ovvero alla valorizzazione del patrimonio, è un’azione strategica all’opposto.

Il Piano Regolatore è lo strumento che indirizza tutte le scelte non solo territoriali, ma anche economiche, del turismo, della gestione del centro storico di una città

Foto Virna Venerucci

La Consigliera Virna Venerucci ospite del Notiziario

GUBBIO – Lunedì sera è stata ospite del Notiziario di Cronaca Eugubina la Consigliera comunale del Partito Democratico, nonché vice presidente del Consiglio Comunale di Gubbio, Virna Venerucci che ha parlato di Bilancio di Previsione 2017/2019 e commentato i risultati dell’assemblea dei circoli eugubini del PD con Matteo Renzi all’87% dei consensi.

Consigliera Venerucci, a Gubbio si è registrata una netta vittoria della lista collegata a Renzi. Un risultato pronosticabile, visto che il gruppo dirigente del PD locale è convintamente schierato con lui, come commenta questo risultato?

“Domenica abbiamo avuto queste primarie esclusivamente dedicate agli iscritti e diciamo che come affluenza siamo stati nella media regionale, abbiamo avuto 302 votanti. Qui a Gubbio abbiamo fatto un risultato importante per Renzi, l’87% con quasi 11 punti in più rispetto alla media regionale. Andrea Orlando 11,6% con 10 punti in meno rispetto alla media regionale, mentre Michele Emiliano ha ricevuto poco più dell’1%.

È stato un momento importante, perché in un momento in cui i partiti hanno perso anche credibilità, vedere un pomeriggio dove la gente si è alternata, è stata lì, ha parlato è sempre una buona cosa. È un momento di grande democrazia in cui ci si ritrova, ognuno dice la sua e siamo contenti di questo avvicinamento.

Abbiamo visto anche tante persone nuove, che erano nel partito qualche anno fa e che poi avevano fatto altre scelte. Questo fa sì che il PD sia sempre una casa aperta, accogliamo con piacere chi viene e chi ha intenzione e voglia di dare il proprio contributo”.

Foto Virna Venerucci

Virna Venerucci ospite del Notiziario di Cronaca Eugubina

Che cosa prevede per le primarie nazionali? Se questo risultato venisse confermato, che prospettiva si aprirebbe per il Partito Democratico di Gubbio?

Intanto vediamo cosa succede il 30 aprile, noi siamo fiduciosi. Dobbiamo riandare al congresso perché si parte dal Congresso nazionale e poi si arriva a quelli dei circoli. Probabilmente a fine anno saremo nella fase di rimettere mano a tutto il partito, quindi rifare i congressi. L’importante è lavorare, trovare una coesione perché è un partito con tante menti, tante sensibilità diverse.

Indipendentemente da quello che succederà a livello nazionale, noi dovremo trovare la famosa quadra all’interno del nostro partito, trovare un equilibrio e riprendere da quello che abbiamo sempre fatto, dare un contributo per la città anche se in questo momento siamo all’opposizione”.

Foto Consiglio comunale

La minoranza in Consiglio

Parlando invece dell’ultimo Consiglio Comunale, lei ha dichiarato che il Piano delle Opere Pubbliche da 32 milioni di euro non ha copertura. Ci spiega meglio questo suo punto di vista?

Una parte importante del Bilancio è il Documento Unico di Programmazione (DUP) che è stato presentato dal Sindaco come un’opera faraonica dove ci sono tantissimi progetti ambiziosi e di grandissima levatura. È chiaro che lo abbiamo contestato, non perché non ci piace sognare, ma perché crediamo dopo tre anni che la città abbia bisogno di risposte concrete. In questo momento, la città ha proprio bisogno di vedere realizzate delle opere, ha bisogno di pragmatismo.

Il Bilancio si compone di varie parti, entrate e uscite, che devono essere in equilibrio. Fare un piano delle opere pubbliche per 32 milioni di euro per la città di Gubbio fa sì che il Bilancio rimanga in piedi, ma sappiamo benissimo che è un libro dei sogni. Ci sono opere che non verranno mai finanziate, o comunque non in questi anni e allora non è più conveniente concentrarsi su alcune operazioni che possano essere effettivamente concretizzate?

Foto Consiglio comunale

Consiglio comunale

Un’altra questione sul Bilancio che mi preme molto condividere con chi ci ascolta è l’aspetto dell’urbanistica. Questa città ha la necessità di una revisione generale del Piano Regolatore, ha bisogno perché Gubbio ha avuto un Piano storico, quello di Astengo, poi ha avuto una variante generale importante, tuttavia ora gli scenari sono cambiati, abbiamo un piano sovradimensionato e c’è la necessità di revisionarlo.

Abbiamo revisionato le norme, ma ora è necessario rifare la parte cartografica, anche se il Sindaco, in questo momento, ha fatto altre scelte. Ci aspettiamo e presseremo sul fatto che il Piano venga rifatto nel suo insieme e vengano ridisegnati gli obiettivi strategici del Piano. Il Piano Regolatore è lo strumento che indirizza tutte le scelte non solo territoriali, ma anche economiche, del turismo, della gestione del centro storico di una città”.

Foto Virna Venerucci

Il Notiziario di lunedì 3 aprile 2017

Quali sono, a suo avviso, i punti di forza e le criticità del Bilancio di Previsione 2017/2019. E che cosa, eventualmente, si doveva fare in più?

“Con grande dispiacere abbiamo visto che sono stati tagliati più di 200.000 euro sul piano del turismo e della cultura. Sappiamo che stiamo comunque pagando le conseguenze del sisma, in questo momento abbiamo bisogno di ripartire. È una città di grande vocazione turistica, dobbiamo puntare su altri valori, vista la crisi del terziario.

Uno di questi valori è proprio il turismo, è chiaro che tagliare quasi completamente al turismo e alla cultura, ovvero alla valorizzazione del patrimonio, è un’azione strategica all’opposto.

Gli elementi positivi è che tutto sommato è un Bilancio che sta in piedi perché l’assessore Mancini è riuscito a tenere bene i conti, però credo che non sia un Bilancio sostenibile e neanche un Bilancio coraggioso per dare slancio e far ripartire l’economia in questa città”. 

Fotografie e video Cronaca Eugubina